Rialto: va riqualificata, non messa in ginocchio!
"Ben venga che il ferramenta sia considerato un negozio di vicinato, ma l'amministrazione mi deve allora spiegare perché invece gli alimentari no!" .


Il presidente di Confcommercio Ascom Venezia Roberto Magliocco interviene duramente sulla vicenda che vede in questi giorni penalizzare le attività dell'area di Rialto, che si sono viste ridurre o addirittura revocare i plateatici. "Il plateatico é una parte fondamentale dell'azienda e andarlo a toccare, vuol dire incidere pesantemente sull’occupazione e sulla produttività in un momento in cui i commercianti tentano di sopravvivere. Le regole vanno rispettate, ma come Ascom siamo contrari a interventi generalizzati." L'amministrazione si era impegnata con l'associazione di andare a verificare i casi particolari e invece è entrata a “gamba tesa” imponendo riduzioni e rimozioni per poi asserire che era solo un modo per sentire cosa aveva da dire il commerciante. Ancora un anno fa Ascom insieme al Comitato degli operatori di Rialto aveva chiesto al Sindaco di avviare con la collaborazione delle categorie e degli operatori un piano per rivalutare e riqualificare Rialto e le sue attività." Invece un alimentare come Aliani - conclude Magliocco - che svolge un ruolo importante di servizio per i veneziani e anche sociale, considerata l’età media dei residenti, si vede negare una striscia di plateatico. Questo é più che mai il momento per aiutare i commercianti, non di metterli in ginocchio! I plateatici non vanno rimodulati a prescindere ma valutati singolarmente a seconda dell’area e della specificità".